Come scegliere la migliore scopa elettrica per parquet?

La bellezza del parquet in casa

Avere un parquet in casa è, dal punto di vista estetico, una scelta molto bella. La presenza di un materiale naturale tra le mura domestiche, infatti, dona un senso di serenità e benessere che non avremmo se ci limitassimo a delle normali piastrelle.

Chi ha installato questo tipo di pavimento, comunque, è a conoscenza anche di alcune cure particolari che richiede il legno affinché non si rovini nel corso del tempo. Oltre all’utilizzi di prodotti specifici per lavarlo, è necessario infatti eliminare spesso lo sporco.

Dei piccoli residui solidi, come ad esempio della terra o dei sassolini, infatti, potrebbero graffiarlo quando ci passiamo su con il nostro peso.

Con i ritmi frenetici della vita che conduciamo, non possiamo pensare di affidarci solamente a scopa e paletta. La scelta di utilizzare una scopa elettrica per aspirare lo sporco aiuterà non solo ad effettuare una pulizia più approfondita, ma a farla anche in poco tempo.

In questa guida andiamo a vedere quali sono le caratteristiche che dovrebbe avere una buona scopa elettrica, in particolare per pulire il parquet.

Caratteristiche imprescindibili di una scopa elettrica

Innanzitutto, la scopa elettrica è da preferire ad un’aspirapolvere quando si tratta di pulire una superficie così delicata.

Questo perché le aspirapolveri elettriche, oltre ad essere meno maneggevoli, solitamente hanno delle rotelle. Queste, aggiunte al peso dell’elettrodomestico, corrono il rischio di graffiare e rovinare il nostro bel legno.

La miglior scopa elettrica per parquet dovrebbe avere delle spazzole rotanti non troppo dure sul fondo. E’ importante che valutiamo che il punto di contatto tra la scopa elettrica ed il pavimento non sia tale da lesionarlo.

Essa deve anche essere leggera e maneggevole. Questo aspetto, oltre ad essere apprezzato da chi deve effettuare le pulizie, che si stancherà di meno, cosa non da poco soprattutto quando bisogna pulire superfici ampie, ci eviterà di compiere eccessive pressioni sul pavimento e movimenti bruschi o sbagliati che possono andare a rovinare la superficie.

Una differenza sostanziale tra un’aspirapolvere ed una scopa elettrica sta anche nella potenza di aspirazione. Solitamente non avremo bisogno di una elevata potenza di aspirazione nelle stanze della casa dove c’è il parquet, visto che queste sono abbastanza pulite. Ciò è dovuto al fatto che la maggioranza di noi non vi entra neanche con le scarpe, ma con delle pattine, o al massimo ci cammina scalzo.

Un altra caratteristica di cui possiamo tener conto quando ci apprestiamo ad acquistare una scopa elettrica, valida in ogni caso, è che non sia eccessivamente rumorosa. Questo particolare ci può sembrare superfluo, ma chi fa spesso le pulizie e deve trascorrere diversi minuti con un rumore assordante nelle orecchie è consapevole di quanto questo sia fastidioso.

Un valido aiuto alla scopa elettrica può essere anche il robot aspirapolvere. Si rivela ottimo per la pulizia del parquet perché molto rispettoso delle superfici, anche delle più delicate. Lo abbiamo definito un aiuto perché, anche se è comodo, non potremo prescindere di un’aspirapolvere o di una scopa elettrica per pulire a fondo davvero dappertutto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *