Mondiali di Russia, i più ricchi della storia

Giro d’affari senza precedenti per i Mondiali di Russia 2018, sotto i riflettori del betting in questo momento e al sito www.bookmakerstranierionline.com secondo diverse stime, muoveranno in un mese tra i 4,2 e i 4,5 miliardi di euro. Questo dato li rende i più ricchi di sempre. A pubblicare il dato il presidente del comitato organizzatore, Alexei Sorokin, che nel suo report sostiene che in 10 anni, l’impatto delll’economia dei mondiali sulla Russia si aggirerà tra i 22 e i 26 miliardi di euro. Mentre, l’investimento per le nuove strutture e la ristrutturazione degli esistenti è stato di 11 miliardi di euro, con oltre 220 mila persone coinvolti nei lavori. A beneficiare del flusso economico più grande legato al calcio ci saranno diversi settori. Prima tra tutti l’industria dei media con investimenti pubblicitari globali per oltre 2 miliardi di euro. Non di meno il turismo russo che nelle 11 città che ospiteranno le partite ospiterà milioni di tifosi, con introiti importanti per il settore alberghiero, per i i ristoranti per gli stadi stessi, dove un singolo biglietto può arrivare a costare anche 1200 euro.

I premi alle nazionali e il giro per i club

Ma i Mondiali arricchiscono anche e soprattutto lo stesso sistema calcio, con un montepremi da 342 milioni di euro. I club vengono indennizzati dalla Fifa, con circa 100 milioni. Poi in caso di ottime prestazioni degli atleti si alzano i prezzi dei cartellini, oltre ad aumentare l’interesse per i club nei riguardi dei giocatori partecipanti. Corposo è anche il ritorno per i diritti di immagine, senza dimenticare i premi di squadra, che in caso di vittoria incasseranno premi pattuiti pre mondiale, cifre astronomiche in base alla nazionale di appartenenza.

Effetto Mediaset

A diventare official broadcaster del Mondiali in Italia è stata Mediaset che ha sbaragliato la la concorrenza di Mamma Rai. L’investimento è stato di 80 milioni di euro e come ha dichiarato l’ad Pier Silvio Berlusconi ” l’operazione ha già raggiunto il breakeven per gli incassi pubblicitari con la speranza di creare un ampio margine economico, cavalcando gli ascolti del primo mondiale in chiaro, senza abbonamento e senza canone.” Invece  il presidente Fifa Gianni Infantino ha dichiarato “sarà il Mondiale più bello“, sarà probabilmente il più ricco.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *